LE NOSTRE TECNOLOGIE
E PROCESSI PRODUTTIVI

LE NOSTRE TECNOLOGIE<br/>E PROCESSI PRODUTTIVI

I NOSTRI TRATTAMENTI

  • ACCOPPIAMENTO
  • TRATTAMENTO SUPERFICIALE
  • SPALMATURE
  • TERMOSTABILIZZAZIONE
  • TAGLIO

Coveme da 20 anni si occupa della conversione del film di poliestere e ha sviluppato tecnologie all’avanguardia per rendere il film altamente performante in diversi campi industriali: retroprotezione per pannelli fotovoltaici, circuiteria stampata flessibile, strips biomedicali, imballaggio alimentare flessibile, etichette intelligenti RFID, etichette a lunga durata, trasferimento di immagini su tessuto, isolamento elettrico. Il valore aggiunto che conferiamo al poliestere è l’elemento fondamentale per i nostri clienti che a loro volta lo impiegano in processi produttivi sofisticati.

L’azienda ha due sedi produttive a Gorizia, Italia e a Zhanjiagang, Cina.

Le 10 linee installate eseguono diversi processi produttivi: accoppiamento, trattamento superficiale, termostabilizzazione, spalmatura e taglio.

FILM DI BASE

FILM DI BASE

SELEZIONE FILM DI BASE

COVEME PUÒ LAVORARE DIVERSE TIPOLOGIE DI FILM DI BASE OLTRE A PRODOTTI SPECIALIZZATI:

 

La selezione di uno specifico film viene fatta in collaborazione con il cliente sfruttando le esperienze di Coveme ed il suo stretto legame tecnico con i produttori di film di base.

A seconda dell'impiego finale, Coveme seleziona la tipologie di film più adatta  in funzione della:

  • stabilità dimensionale
  • opacità
  • resistenza termica
  • resistenza all’idrolisi
  • resistenza e stabilità agli uv
  • altre che nascono dalle esigenze del cliente

 

I NOSTRI PROCESSI<br>PRODUTTIVI

I NOSTRI PROCESSI
PRODUTTIVI

I NOSTRI PROCESSI PRODUTTIVI

Il film può subire diverse tipologie di lavorazioni: trattamenti, accoppiamenti, spalmature, temostabilizzazioni.

TRATTAMENTI DI BASE

Coveme esegue trattamenti orientati ad aumentare la bagnabilità del film di poliestere al fine di permettere l'aggancio sulla superficie modificata del PET di coating applicabili sia da Coveme stessa che dai clienti. I trattamenti possono essere di “etching” o “chimici”.

“Etching” è il trattamento a base di acido tricloroacetico (TCA) ed esso si riferisce ad un modifica superficiale del film stesso. Il trattamento TCA è tipicamente utilizzato da COVEME per "preparare" le superfici per la spalmatura di coating in dispersione acquosa garantendo un aggancio formidabile degli stessi alla superficie del PET che, nelle condizioni di fornitura, non lo permetterebbe.

Trattamenti chimici invece privilegiano la struttura di “ponte” tra la superficie del film di poliestere e il coating attivo aggiunto successivamente.

Le caratteristiche che conferiamo attraverso i nostri TRATTAMENTI DI BASE sono:

  • MAGGIORE BAGNABILITÀ
  • MAGGIORE AGGANCIO CON MASSE ADESIVE E ABRASIVE E CON COATING IN DISPERSIONE ACQUOSA

SPALMATURE

Coveme opera con diverse tecnologie di spalmatura:

  • AIR KNIFE
  • GRAVURE
  • MEYER BAR
  • MULTI PRESSURE GRAVURE O MICROGRAVURE

Attraverso la spalmatura si attribuiscono al film le caratteristiche desiderate aggiungendo sulla superficie dello stesso  specifici strati funzionali detti coatings.
I vari coating possono conferire al film spalmato, come esempio di applicazione:

  • La capacità di trattenere il toner di una stampante o di un plotter laser
  • Di essere assorbenti al punto da fissare al proprio interno le minuscole goccie di inchiostro di una stampante ink jet
  • Di saldare sulla superficie i pigmenti del ribbon di una stampante thermal tranfer
  • Di agganciare l'inchiostro serigrafico e poi rilasciarlo a caldo nell'impiego transfer release
  • Di permettere la formazione di canali microcapillare che consentono l'attraversamento, in tempi rapidissimi, a liquidi organici come nel caso dei sistemi biodiagnostici (film idrofilico)
  • Altro esempio specifico di spalmatura è l’applicazione di impregnanti o resine termoattivabili tipiche delle applicazioni con isolanti elettrici.

Le caratteristiche che conferiamo attraverso la SPALMATURA sono:

  • STAMPABILITÀ INKJET, LASER, DIGITALE, SERIGRAFICO,THERMAL TRANSFER E PLOTTER
  • IDROFILICITÀ

TERMOSTABILIZZAZIONI

Coveme termostabilizza film dai 23 ai 350 mic.

La termostabilizzazione conferisce al film di poliestere una migliore stabilità dimensionale necessaria quando il processo produttivo del cliente richiede dei passaggi in lavorazione a temperature superiori alla temperatura di transizione vetrosa del PET (circa 80°).

La migliorata stabilità dimensionale consente una più accurata stampa di elementi depositati in sequenza sul film PET come succede per le stampe a più colori o sofisticate applicazioni elettroniche COVEME può stabilizzare gli spessori fra il 75 e il 350 mic al di sotto dello 0,2% in MD a 150°C x 30'.

Per gli spessori inferiori le specifiche sono concordate con il cliente.

La caratteristica che conferiamo attraverso la TERMOSTABILIZZAZIONE:

  • MAGGIORE STABILITÀ DIMENSIONALE

ACCOPPIAMENTI

ESEMPIO DI ACCOPPIAMENTO FILM:

L'operazione di accoppiamento consiste nell'ottenere, mediante appositi sistemi adesivi formulati ad hoc per l'impiego finale, l'unione di 2 o più film o carte speciali con caratteristiche e natura chimica diversa fra loro. L'unione dei due materiali viene fatta al fine di conferire al laminato le caratteristiche migliori determinate dalla "somma" delle migliori proprietà dei singoli materiali.

COVEME esegue accoppiamenti specifici per l’industria elettromeccanica, per quella fotovoltaica e per applicazioni speciali.

Gli adesivi utilizzati sono accuratamente scelti per conferire al laminato durante l'impiego la resistenza chimica, termica, all’idrolisi e ai raggi UV.

Le caratteristiche che conferiamo attraverso l’ACCOPPIAMENTO sono:

  • RESISTENZA UV
  • RESISTENZA TERMICA
  • RESITENZA MECCANICA
  • RESISTENZA ALL'IDROLISI
IL TAGLIO

IL TAGLIO

IL TAGLIO

Coveme, attraverso la sua controllata Serf (www.serfsrl.com), dispone di un moderno ed efficiente reparto di taglio e ribobinatura gestito tramite aggiornati software, collegati ai Sistemi ERP e MES, per la gestione ed identificazione, anche personalizzata, di tutte le commesse produttive atto a garantirne la rintracciabilità e spedizione nei tempi previsti.

Il reparto dispone dei seguenti impianti:

  • 7 Tagliaribobinatrici nelle versioni di avvolgimento a bialbero, mono-torretta e bi-torretta con assi di avvolgimento frizionati ed a espansione fino alla larghezza di 2300 mm
  • 4 Tagliaribobinatrici per il taglio combinato e non, con assi di avvolgimento frizionati e ad espansione fino alla larghezza di 1350 mm
  • 2 Tagliaformati per produzione di fogli di misura A4 a fogli di larghezza 1650 mm x 2300 mm di lunghezza, con e senza possibilità di fustellatura personalizzata.
  • 1 Squadratrice

Tutti gli impianti sono collegati da un moderno sistema di handling attraverso il quale i lotti vengono pesati e confezionati singolarmente, confluendo ad un robot antropomorfo che li divide e distribuisce sulle varie commesse in partenza.

TAGLIO E SISTEMA DI HANDLING